AI SIGG. DOCENTI DEL LICEO GINNASIO “SAN PAOLO”
AGLI ALUNNI DEL TRIENNIO
ALBO SCUOLA

Oggetto: VALUTAZIONE CREDITI SCOLASTICI E FORMATIVI

CREDITO SCOLASTICO

Il credito scolastico tiene in considerazione, oltre la media media dei voti, anche l’assiduità della frequenza scolastica, l’interesse, il rispetto delle regole scolastiche e l’impegno nella partecipazione al dialogo educativo e alle attività complementari ed integrative, oltre ad eventuali crediti formativi, come sotto indicato.

PARTECIPAZIONE ALL’ATTIVITÀ DIDATTICA

  •  Frequenza adeguata 80% Punti 0 – 0,20.
  •  Interesse, rispetto delle regole scolastiche, impegno e partecipazione al dialogo educativo:
    punti 0 – 0,20.
  • Partecipazione alle attività complementari ed integrative:
    punti 0,10 per ogni attività, fino ad un massimo di tre.
  • Interesse, frequenza e profitto Religione Cattolica: punti 0 – 0,20.

I punteggi come sopra definiti verranno declinati e assegnati nei seguenti casi:

  • frequenza adeguata: aver cumulato un numero di assenze nel corso dell’anno scolastico non superiore al 10% pp. 0,20; non superiore al 20% pp. 0,10;
  • rispetto dell’orario e delle altre regole scolastiche: aver registrato nel corso dell’anno scolastico non più di 20 ritardi e/o uscite anticipate pp. 0,20; oppure aver registrato nel corso dell’anno scolastico non più di 40 ritardi e/o uscite anticipate pp.0,10; aver sempre rispettato le regole scolastiche; impegno e partecipazione al dialogo educativo: aver riportato un voto di comportamento non inferiore a otto decimi; esercitato disponibilità ad aiutare i compagni in difficoltà, forme di tutoraggio nei confronti di compagni in difficoltà di apprendimento e/o integrazione;
  • partecipazione alle attività di arricchimento dell’offerta formativa: aver frequentato, con impegno e profitto, i progetti extracurriculari di arricchimento dell’offerta formativa organizzati dalla scuola;
  • interesse, frequenza e profitto Religione Cattolica: aver partecipato assiduamente, con attenzione alle attività, traducendo i principi religiosi acquisiti in comportamenti rispettosi ed altruistici.

ASSEGNAZIONE CREDITO SCOLASTICO STUDENTI CON SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO
Nell’ipotesi di sospensione del giudizio (debiti), il credito scolastico verrà così assegnato:

  • agli studenti con un solo debito formativo, il credito scolastico potrà essere assegnato, su insindacabile valutazione del Consiglio di classe, aggiungendo alla media dei voti i punti decimali attribuiti a ciascuna delle variabili considerate per gli studenti ammessi alla classe successiva in sede di scrutinio finale;
  • agli studenti con più debiti formativi verrà assegnato il punteggio di credito scolastico più basso della banda di oscillazione determinata dalla media dei voti.
    Non si attribuisce credito scolastico per gli anni in cui l’alunno non consegue la promozione alla classe successiva.

CREDITO FORMATIVO

RICONOSCIMENTO DEI CREDITI FORMATIVI
La normativa dei nuovi Esami di Stato prevede che i Consigli di Classe, al termine di ciascun anno del triennio, possano attribuire allo studente, in aggiunta al credito scolastico derivante dalla media aritmetica dei voti finali riportati in tutte le discipline, anche un credito formativo.
Il Regolamento degli Esami di Stato afferma che può costituire credito formativo “ogni qualificata esperienza”, maturata in contesti extrascolastici, “debitamente documentata, dalla quale derivino competenze coerenti con il tipo di corso cui si riferisce l’esame di Stato”.
Il Collegio dei Docenti ha deliberato i requisiti della certificazione delle stesse nel modo seguente:

  • gli Enti, le Istituzioni, le Associazioni, ecc. debbono fornire attestazioni, redatte su carta intestata e/o debitamente vidimate, contenenti una descrizione dell’esperienza, dalla quale possa evincersi la rilevanza qualitativa della stessa anche in base all’impegno e ai risultati conseguiti. Nella certificazione deve essere altresì indicato chiaramente il periodo e la durata dell’attività svolta;
  • documentazioni carenti o addirittura prive anche di uno solo dei requisiti di cui al precedente punto recedente non saranno prese in considerazione dai consigli di classe;
  • le esperienze non devono avere carattere occasionale;
  • le certificazioni comprovanti attività lavorativa devono indicare l’ente a cui sono stati versati i contributi di assistenza e previdenza ovvero le disposizioni normative che escludono l’obbligo dell’adempimento contributivo;
  • le certificazioni dei crediti formativi acquisiti all’estero devono essere convalidate dall’Autorità diplomatica o consolare;
  • le attività sportive dichiarate devono essere corredate di tessera d’iscrizione dell’alunno alla federazione per la quale si svolge l’attività;
  • le attività di volontariato riconosciute sono quelle svolte per organizzazioni di rilevanza nazionale quali Protezione Civile, Caritas, Croce rossa, ecc.

VALUTAZIONE CREDITO FORMATIVO

Le esperienze che danno luogo all’attribuzione dei crediti formativi sono acquisite al di fuori della scuola di appartenenza, in ambiti e settori della società civile legati alla formazione della persona ed alla crescita umana, civile e culturale.
Il Collegio del Docenti ha stabilito le seguenti aree rispetto alle quali i crediti formativi possano essere ritenuti idonei per la valutazione e l’attribuzione di punteggio:
Attività musicale e/o Conservatorio
Punti 0,10
Attività sportive Punti 0,10
Attività di volontariato Punti 0,10
Certificazione esterna in lingua straniera KET e PET
Punti 0,30
Patente europea di informatica
Punti 0,30
Le certificazioni dovranno essere consegnate dagli studenti in Segreteria all’Ufficio Protocollo entro il 15 maggio di ogni anno scolastico.

Il Dirigente Scolastico
Dott.ssa Antonietta Bonarrigo